PER CONTINUARE
L’Associazione di volontariato Gianfrancesco Serio promuove la cultura di pace fondata sulla Giustizia.
Nata nel 1977 come Associazione degli amici dell’uomo -poi fondazione ed ora di nuovo associazione-  noi chiede contributi a Regione, Provincia e comune dal 1994. Ti chiede di aiutarla con il 5x1000 perché possa continuare a prevenire la violenza, la corruzione, lo spaccio di droghe contrastando la ‘ndrangheta ...
Il suo Centro studi culturali si propone di diffondere occasioni di vita onesta collaborando con Libera,con l’Associazione per la riduzione del debito pubblico (A. R. De. P), con l’Associazione Pedagogica Italiana (As. Pe. I.), con l’Associazione pedagogisti italiani (APEI), con la Conferenza Episcopale Italiana (CEI) e con alcune università italiane ed europee che collaborano alla sua rivista Qualeducazione.
Lotta anche tu con noi i nemici dell’uomo ... negro, olivastro, giallo, bianco ... stai dalla nostra parte per stare bene con tutti.


FRATELLO NEGRO
Ti prego,
fatti trovare ogni mattina
ai margini della mia strada,
ai confini del cuore
Non mi accorgo che la mia ombra è nera,
non vedo i tuoi occhi bianchi
come il latte di mia madre.
Fratello negro
ti prego
parlami con le parole senza colore,
fammi vedere la tua libertà vagabonda
ingigantirsi
nella storia di un firmamento che piange.
Fratello negro
vorrei che tu fossi una farfalla
perché nessuno potesse odiarti quando svolazzi libera
con i colori dell’aquilone
Fratello negro,
ti hanno ucciso.
Ma canta più forte
con la tua voce che ha i colori dell’aquilone
Michele Fici, via Cappuccini 124 90124 Palermo

La diversità è una ricchezza che ci aiuta a crescere nel rispetto reciproco; è una speranza che ci fa più forti; una coerenza che apre le porte del mondo ai giovani; una testimonianza che dà senso a ciò che facciamo con la mente e con il cuore per combattere il male, per educarci alla Pace, alla Giustizia alla Legalità, alla Solidarietà con gesti concreti, raccontati con i fatti della vita quotidiana, non con le parole che volano fastidiosamente sulla testa degli indifferenti …


LA VITA
La vita è opportunità, coglila !
E’ bellezza, ammirala !
E’ sogno, fanne una realtà! Sfida, affrontala !
Dovere, compilo! Gioco, giocala! Amore, godine !
Ricchezza, conservala! Mistero, scoprilo !
Promessa, adempila! Tristezza, superala !
La vita è un inno, cantalo! E’ una lotta, accettala !
Avventura, rischiala! Felicità, meritala !
La vita … è la vita, difendila !!!

MADRE TERESA DI CALCUTTA, profuga albanese.
Premio Impegno per la pace - città di Praia a Mare 1982

Sembra che in Calabria -come altrove- stiano vincendo i corrotti, i malvagi, i furbi, i violenti … Non importa. Noi vogliamo che trionfi la Giustizia. Sembra che la società sia indifferente di fronte alla fame dei Popoli dell’Africa e di tante altre parti del mondo. Non importa. Noi scegliamo la solidarietà. Sembra che stiano vincendo il supermarket, il consumismo sfrenato, l’individualismo gaio. Non importa. Noi difendiamo la dignità dell’uomo che è una ricchezza, un valore inesauribile, come l’amore.
La pace non è una virtù, non è negoziabile come i beni di consumo, non si acquista al mercato, non la si esporta e non la si difende con le armi, ma con la libertà e la Giustizia!
La Pace è frutto di virtù, è silenziosa come un bosco che cresce sulla terra, con l’acqua del cielo, il calore del sole.
La violenza assomiglia ad un bosco che brucia, che distrugge, che incenerisce la vita. Con la Pace crescono i semi buoni che alimentano il bene comune, la gioia di vivere.
I semi sono i giovani che se crescono in silenzio come le piante del bosco si caricano di migliaia di semi … che diventano migliaia di piante … con migliaia di semi della vita